Come funziona l’esame PMP online: un’esperienza diretta

Mi presento, sono Melina Di Lanno, sono laureata in CTF e lavoro da 10 anni  nella multinazionale farmaceutica GSK occupandomi di gestione di board trasversali cross-products e multi sites.

Ambiente stimolante, energico, multiculturale e …molto rapido che ha indirizzato il mio interesse e curiosità verso il mondo del Project Management tradizionale e anche verso il mindset Agile.

Questo forte interesse mi ha fatta approdare nel mondo del PMI esplorando la sua più importante certificazione globalmente riconosciuta: PMP.

Dopo aver seguito svariati corsi di preparazione all’esame PMP in Belgio tramite la mia azienda farmaceutica, ho cominciato l’intenso studio e ho prenotato l’esame.

Avrei dovuto sostenere l’esame il 12 Marzo in un centro autorizzato Pearson a Roma, ma il mio percorso complesso, sfidante è confluito in una sfida inaspettata degli ultimi tempi: l’emergenza sanitaria mondiale da Covid-19.  

Tutto è stato messo on hold ma, dopo numerose connessioni con molti esponenti del PMI, finalmente è arrivata la bella notizia: PMI ha consentito di poter affrontare l’esame PMP Online, da casa “proctored”.  

 

Vi racconto il mio esame:

Prima dell’esame mi sono sforzata di essere tranquilla, spensierata e soprattutto serena e sicura di aver studiato con intensità.

Ricca colazione e si parte! 30 Minuti prima dell’inizio dell’esame, ho attivato la procedura di “Begin exam”, ho disattivato tutte le applicazioni dal pc, e da quel momento si è collegato un Proctor che mi parlava in lingua inglese. Solitamente è richiesta la visualizzazione della postazione d’esame, invece il mio Proctor non l’ha fatto. Ho letto attentamente le istruzioni di come usare la dashboard, calcolatrice, di come contrassegnare le domande per una visualizzazione successiva e poi… l’esame è partito ed è partito il countdown delle 4 ore!

L’esame si è svolto in questa maniera:

  • 89 Domande: analizzate nel mio caso in 1h 45 min  (ho impiegato troppo tempo)
  • pausa di 10 minuti
  • 111 Domande: ho terminato l’esame dopo 3h 50min (nella seconda parte ho messo il turbo)

Bisogna essere consapevoli di svolgere due esami distinti: dopo la pausa, le prime 89 domande non potranno essere più visualizzate! A meno che non si decida di evitare la pausa.

 

Nella seconda parte dell’esame parte il reale countdown per la fine e… una serie di emozioni contrastanti cominciamo ad emergere:

stanchezza, tensione e energie in calo in quanto già in parte spese nelle prime 89 domande;

stress, perché si ha il dubbio di come siano andate le prime 89 domande non più visualizzabili;

ansia quando si avvicinano le ultime domande e il pensiero che quel finale click ti darà immediatamente l’esito positivo o negativo del tuo esame;

aritmia quando si clicca il tasto end;

gioia nel momento in cui compare la scritta “Congratulations”.

 

L’esame ha presentato dei vantaggi e degli svantaggi:

Vantaggi:

  • confortevolezza di essere nella propria casa,
  • assenza di stress da relocation per recarsi in un centro autorizzato per sostenere l’esame

Svantaggi:

  • possibili problemi con la connessione internet domestica
  • pausa possibile solo dopo le prima 89 domande; non sono consentite ulteriori pause
  • la dashboard da consultare  non è il massimo (consiglio un’ esercitazione preliminare)
  • il non poter revisionare le prime 89 domande già risposte in quanto non vi è la possibilità di farlo.

 

Fortunatamente l’ho passato con un ottimo score, ma credo che il trucco sia stato  quello di analizzare il senso di ogni domanda applicandola al mio contesto lavorativo. Rileggendo le domande, mi chiedevo: “cosa accade nel mio lavoro?”. Meglio evitare di ricercare assiduamente la risposta alla vostra domanda nel PMBOK, fatevi guidare dal vostro istinto e dal vostro buon senso!

Inoltre, nella mia esperienza molti ulteriori ingredienti hanno permesso il raggiungimento di questo intenso e duro obiettivo:

  • perseveranza
  • impegno
  • passione
  • orientamento al risultato

Tutti conditi dal piu importante, dalla CURIOSITA’ di non smettere mai di imparare!

Questo ingrediente mi ha dato la possibilità di aumentare il mio netowrking, di stabilire nuove collaborazioni all’interno del team PMI.

 

Ultimo, ma non meno importante, vorrei ringraziare la mia multinazionale farmaceutica che mi ha supportata in questa missione e che continua a mostrarmi stima, apprezzamento e ammirazione (come abbiamo imparato nella sezione “Develop Team”, questi sono i principali ingredienti per rendere una risorsa motivata!).

 

Ora prepariamoci al prossimo goal: la certificazione PMI-ACP per essere sempre più pronti per un mondo AGILE!

 

Il nostro webinar più recente

Il nostro podcast più recente

You are now leaving PMI Northern Italy Chapter

PMI Northern Italy Chapter provides links to web sites of other organizations in order to provide visitors with certain information. A link does not constitute an endorsement of content, viewpoint, policies, products or services of that web site. Once you link to another web site not maintained by PMI Northern Italy Chapter, you are subject to the terms and conditions of that web site, including but not limited to its privacy policy.

You will be redirected to
in 3 seconds...

Click the link above to continue or CANCEL